Il cantautore Gianni Pessino presenta la sua musica in stile folk rock americano

Quando hai deciso di dedicarti alla musica e perché?
La musica mi accompagna fin da quando sono bambino, e ormai qualche anno è passato… direi dal giorno in cui mi è stata regalata la prima chitarra. Sono autodidatta e ho seguito un percorso molto comune : ore passate a suonare con gli amici, le band giovanili, qualche piccolo live a livello locale. Nel frattempo ho coltivato la passione per scrivere, comporre canzoni e raccontare storie ed emozioni. Tutto questo mentre in parallelo costruivo la mia vita personale e professionale (famiglia, lavoro). Il perché dedico tanto tempo alla musica è apparentemente molto semplice: la musica è una delle forme di comunicazione più profonde ed universali. Va a toccare le corde più intime delle nostre anime. Ed è il modo più naturale e sublime che io conosca per comunicare cosa penso, cosa provo e soprattutto chi sono.

Quali sono stati i tuoi primi passi nel mondo della musica? Raccontaceli.
Come detto prima, i primi passi sono stati il suonare in compagnia, le band messe in piedi con tanti sogni e pochi soldi, i live alle feste di paese. Lo studio da autodidatta sui manuali, le ore passate a provare e riprovare. E poi l’emozione di comporre i primi pezzi. Cercare le parole giuste per esprimere le mie emozioni e raccontare storie che potessero diventare le storie di tanti altri, cercando di non essere banale.

Gianni Pessino non ha un canale ufficiale VEVO, scopri come attivare il tuo canale VEVO e monetizzare i videoclip!

Qual è il tuo genere musicale?
Il mio genere musicale è di fatto una contaminazione di tutti gli ascolti e influenze che fanno parte del mio bagaglio. La radice più profonda è probabilmente quella del folk rock americano, west-coast anni 70. Blues, rock, funk, jazz si sono intrecciati a questa radice arricchendola di colori e venature.

Quali artisti hanno influenzato la tua scelta musicale?
La prima fase della mia vita con la musica è contrassegnata dai cantautori italiani fine anni 70 (De Gregori, Bennato, Concato, Pino Daniele i miei preferiti) per poi virare decisamente a ovest sulla west coast Californiana: Neil Young, CSN, James Taylor, Eagles, Jackson Browne e tanti altri. Nel tempo si sono aggiunti tanti altri ascolti e contaminazioni con stili apparentemente molto distanti tra loro, per arrivare alla fase più recente dove le maggiori influenze mi arrivano da cantautori americani come John Mayer e Jason Mraz e dall’approfondimento della conoscenza degli standard jazz.


Promuovi il tuo singolo su oltre 100 emittenti FM italiane ed entra nella classifica AirPlay nazionale, Inviaci il tuo singolo tramite il modulo sulla pagina www.upload.radiopromoter.it

Pubblica il tuo singolo su oltre 150 store musicali e servizi di streaming. Inserisci la tua musica su iTunes, Apple Music, Google Play, Amazon, Spotify, Deezer e molte altre piattaforme. Visiona tutti i nostri pacchetti sul sito web www.vendimusica.com


Hai pensato di mettere insieme una band per i live?
Sto attualmente preparando un piccolo tour e per l’occasione mi avvalgo del supporto di 4 giovani e talentuosi musicisti che mi accompagneranno in questa avventura.

Che cosa nei pensi dei Talent Show?
E’ un format che non seguo molto, data la mia estrazione e il mio percorso musicale parecchio distante dalle logiche del mainstream.
Trovo che ci sia del buono anche in questo tipo di spettacolo, molti talenti con voglia di emergere e realizzare i propri sogni. Questa è forse la cosa più bella… la passione di questi ragazzi, e anche parecchia qualità. Non mi piace invece la eccessiva spettacolarizzazione, la ricerca dell’audience e l’atteggiamento spesso spocchioso e saccente di certi giudici.

Cos’è la musica per te?
La musica per me è un linguaggio universale, una specie di codice “emotivo” che apre le porte dell’anima e consente di entrare in sintonia con tantissime altre persone. Come dicevo prima è il modo che sento più mio, quando voglio comunicare cosa provo e chi sono veramente. In sostanza la musica è la mia vita.

Descrivi il tuo singolo in 3 parole.
Il pezzo, che si intitola Butterflies, potrei provare a definirlo così. 1. Una musica fresca e accattivante
2. Una storia simpatica di amori giovanili
3. Una domenica mattina di sole

Quando prevedi di uscire con un nuovo singolo o un nuovo album?
L’album contiene parecchi brani che meriterebbero di essere conosciuti e apprezzati, L’idea sarebbe quella di identificarne uno e promuoverlo nei prossimi mesi.
Inoltre ho diversi pezzi nel cassetto pronti per vedere la luce e farsi conoscere. Spero di riuscire a dare loro questa possibilità verso la fine del 2018.

Con la Cartolina Digitale Monitorata puoi inviare il tuo singolo a tutte le frequenze radiofoniche italiane e straniere!

Abbandoneresti l’Italia per vivere un’esperienza musicale all’estero?
Penso sia il sogno di molti e sicuramente il mio. Quello che coltivavo già da ragazzo, quando mi perdevo ore al giradischi (si… consumavo i vinili…) e chiudendo gli occhi mi immaginavo le lunghe strade degli Stati Uniti. Il fatto di comporre canzoni con testi in inglese potrebbe in effetti facilitarmi nel realizzare questo sogno. Chissà! non è mai troppo tardi per sognare.

Gianni Pessino è su Facebook.